Home > "altri" animali, mare, parchi naturali > Due Tartarughe salvate nei mari sardi.

Due Tartarughe salvate nei mari sardi.


Tartaruga marina (Caretta caretta)

 

Bella notizia dai mari sardi. Due esemplari di Tartaruga marina (Caretta caretta) sono finite nelle reti a strascico nel Golfo dell’Asinara, ma è stato lo stesso equipaggio del peschereccio ad avvisare subito la Capitaneria di Porto di Porto Torres e il Centro recupero Tartarughe del parco nazionale dell’Asinara.  Salve.   Ritorneranno in mare presto.

Gruppo d’Intervento Giuridico

 

A.N.S.A., 20 marzo 2012

Salvate due tartarughe marine finite in reti peschereccio.

SASSARI, 20 MAR – Due esemplari di tartaruga ”Caretta caretta” sono stati pescati nel pomeriggio di ieri da un peschereccio di Porto Torres,che ha immediatamente avvisato la Capitaneria di Porto che ha attivato la procedura prevista in questi casi, inviando a bordo alcuni militari e richiedendo l’intervento del personale specializzato del Centro recupero tartarughe del Parco Nazionale dell’Asinara. Dopo le misurazioni di rito, gli animali sono stati trasportati in un centro specializzato per gli accertamenti clinici e l’apposizione della targhetta prima del ritorno alla liberta’.

 

Ginepro (Juniperus communis) sul mare

da L’Unione Sarda on line, 20 marzo 2012

Porto Torres, salvate 2 tartarughe finite nelle reti di un peschereccio. Due esemplari di tartaruga della specie “Caretta caretta” sono stati recuperati nel pomeriggio di ieri da un peschereccio della marineria di Porto Torres, e portati in salvo nel porto turritano.

L’allarme è scattato alle 18, quando il comandante di un motopesca ha informato via radio la Capitaneria di porto di Porto Torres che stava facendo rientro in porto e che aveva a bordo un carico “speciale” rinvenuto nel sacco della rete a strascico, ossia due esemplari di tartaruga pescati accidentalmente a circa 5 miglia al largo. Immediatamente, la Capitaneria di Porto Torres ha attivato la procedura prevista in questi casi, inviando a bordo alcuni militari e richiedendo l’intervento del personale specializzato del Centro recupero tartarughe del Parco Nazionale dell’Asinara. Nel frattempo, le tartarughe sono state costantemente monitorate e mantenute umide dall’equipaggio dell’unità da pesca. Il personale del Centro recupero tartarughe, intervenuto prontamente, ha avuto modo di appurare che si trattava di due esemplari di “Caretta caretta”, apparentemente in buone condizioni di salute. Dopo le misurazioni di rito, gli animali sono stati trasportati in un centro specializzato per i successivi accertamenti clinici e l’apposizione della targhetta prima del ritorno alla libertà in mare aperto.

(foto da www.ecologiae.com, S.D., archivio GrIG)

About these ads
  1. marzo 20, 2012 alle 4:40 pm

    E V V I V A!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. icittadiniprimaditutto
    marzo 20, 2012 alle 11:55 pm

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 580 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: